lunedì 5 dicembre 2011

Mele al forno



Le mele cotte fanno subito ospedale, che tristezza. Come le verdure lesse e la pastina. Ma il problema secondo me non è delle mele cotte & co., il problema è degli ospedali, almeno di quello dove ho partorito io, dove tutto riusciva a essere cattivo. Dico io, che ci vuole a fare la pasta al pomodoro? E invece se la pasta è scotta, il sugo è cattivo e pure freddo e il parmigiano è come sudato ecco qua che viene fuori una vera schifezza. Insomma le mele cotte - visto che le cuocio al forno forse meglio chiamarle mele al forno ché, non so perché, mette meno tristezza - ingentilite semplicemente da succo d’arancia (o di mandarino) e dall’imprescindibile cannella a me piacciono. In versione adulta le servo belle fredde con accanto uno sguincio di pappa montata – oddio ma davvero ho scritto pappa? ovviamente volevo dire panna - e sembra quasi di mangiare l’interno di una tarte tatin.

Dopo aver sbucciato quattro mele golden, le taglio in quarti e poi ogni quarto a metà. Le metto in una pirofila, aggiungo la spremuta di due arance, una spolverata di cannella e mescolo bene. Poi inforno per una mezz’oretta (mischiandole a metà cottura) o finché le mele non risultino morbide ma non sfatte e il liquido sciropposo. A Nina le servo a temperatura ambiente, un po’ schiacciate con la forchetta, a me fredde con lo sguincio di panna di cui sopra. Fede si rifiuta, non le vuole manco sentire nominare. Nell’ospedale dove ho partorito io le mele cotte facevano schifo. Però partorirci è stata una vera ficata.

5 commenti:

  1. Le mele cotte non mi hanno mai attirato anche se non ho mai capito perchè. A dir la verità mi piacciono pure. Proverò la versione per adulti con un ciuffo di panna!! PS: ho provato a sbucciare il melograno come da tua indicazione, è andata un pò meglio rispetto alla solita scena del delitto che lascio alla fine della sbucciatura :-)

    RispondiElimina
  2. bene! sono contenta che l'autopsia della melagrana sia andata un po' meglio del solito!

    RispondiElimina
  3. vanno bene tutte le mele o c'è un tipo che si presta meglio a questa cottura particolare che pare molto appetitosa? a me le mele cotte si spappolano (ops!) sempre

    RispondiElimina
  4. laziadicampagna26 dicembre 2011 11:06

    Capisco Ninetta. La tarte tatin mi è sempre piaciuta ma è al di sopra delle mie possibilità: questa scorciatoia è interessante, la proverò con le mele antiche aborigene del mio orto (che però sono sempre un po' farinose).

    RispondiElimina
  5. @Anonimo io uso le golden perché sono più dolci, ma secondo me vanno bene anche le renette, le fuji e le mele antiche aborigene della zia di campagna!

    RispondiElimina